4 truffe degli annunci su internet

In questo video vedrete 4 truffe degli annunci su internet che mi hanno raccontato gli iscritti ai nostri gruppi. A costo di essere ripetitivo vi suggerisco di non farvi mai ingolosire dagli affari troppo facili. Infatti spesso si cade vittima di truffatori e si perdono bei soldi.

4 truffe degli annunci su internet

Il nostro sito italiacomprovendo amministra gruppi di annunci in tutta Italia. Ogni giorno i nostri iscritti che sono più di 200.000 ci segnalano truffe e truffatori. Abbiamo fatto questo video per informarvi il più possibile e per farvi evitare le truffe.

Nel video si parlerà della truffa di PAYPAL, della truffa di POSTEPAY, della truffa dell’affitto e della truffa del resto.

La truffa di PAYPAL.

La truffa di PAYPAL consiste in un falso pagamento con PAYPAL. Il truffatore contatta il venditore spiegando che vive all’estero ma vuole comprare l’oggetto e pagherà con PAYPAL. Chiede la mail PAYPAL al venditore e manda una copia (FALSA) di una mail di pagamento PAYPAL con i loghi e l’importo versato e chiede al venditore di spedire subito l’oggetto. Chiaramente in realtà non aveva effettuato il versamento.

La truffa di POSTEPAY.

Nella truffa di POSTEPAY il compratore manda il venditore a un POSTAMAT (il bancomat delle POSTE) spiegandogli che ha una procedura automatica per accreditare i soldi sulla sua carta di credito. Lo convince a eseguire velocemente a sua insaputa una ricarica POSTEPAY in suo favore. In questo modo frega il venditore.

La truffa dell’affitto.

Nella truffa dell’affitto il truffatore si fa mandare una caparra con la promessa di spedire le chiavi poiché vive all’estero ma le chiavi non arriveranno mai perché l’immobile non esiste.

La truffa del resto.

Nella truffa del resto il truffatore chiede al venditore di portarsi il resto di 200 euro e poi gli frega il resto.

Questi sono solo alcuni esempi di truffa, man mano che ne scopriremo altre ve lo faremo sapere. Iscrivetevi al nostro canale per rimanere sempre informati e non fatevi ingolosire troppo.

Se vi interessa leggete questo articolo sui MUTUI.